Altopiano della Sila

Cuore verde della Calabria, la Sila offre un paesaggio alpino nel profondo meridione d’Italia. I fitti boschi di conifere, faggi e castagni sono attraversati da limpidi ruscelli ed abitati da una fauna variegata e protetta, di cui il lupo ne è simbolo. Fu apprezzata sin dall’antichità dai Greci e dai Romani, che utilizzarono i pregiati legnami dei suoi alberi per costruire le loro gloriose navi. Oggi è ancora uno dei pochi posti incontaminati dell’Italia. Le sue vette più rinomate, Monte Botte Donato, Monte Curcio e Monte Scuro, sono sede di impianti per gli sport invernali, e sono conosciute per la loro vicinanza a Camigliatello, la più famosa località turistica montana della Calabria. Il corso principale di questo paesino, nelle varie botteghe, offre una vasta gamma di prodotti artigianali e gastronomici, inoltre, durante il periodo autunnale, è sede del tradizionale mercatino del fungo.
Tra le altre località di spicco, ricordiamo Acri, Lorica, San Giovanni in Fiore, Villaggio Mancuso, Villaggio Palumbo, Longobucco ed i molti centri abitati della fascia pre-silana. Da non dimenticare la cucina tipica, caratterizzata soprattutto dai salumi e dai prodotti caseari, che può essere gustata in molti ristoranti, baite, rifugi, chalet e parchi all’aperto.